CAROTE BABY IN AGRODOLCE

LOVE
0
Cosa ci metto?

500 g. di carote baby (o carote normali)
40 g. di burro chiarificato
1 cucchiaino colmo di zucchero di canna
1 cucchiaio colmo di miele di acacia
30 ml. di aceto di vino bianco
timo secco q.b.
1 anice stellato


0g 0h 20m


Come lo cucino?

Lava e pela le carote baby con un pelapatate. Nel caso in cui non abbia a disposizione le carote baby, puoi utilizzare le carote normali; ti consiglio però di tagliarle a metà per il lungo, eliminare eventualmente la parte centrale legnosa e ridurle poi a tocchetti  di 3-4 cm di lunghezza.

Fai cuocere a vapore le carote per 10 minuti, finché risultano cotte ma ancora croccanti. Puoi anche sbollentarle in acqua bollente per 3-4 minuti e poi raffreddale in acqua fredda immediatamente.

Nel frattempo fai fondere il burro chiarificato in un'ampia padella antiaderente. Aggiungi le carote, il timo, l'anice stellato e fai cuocere per 4-5 minuti. Regola di sale. A questo punto aggiungi lo zucchero e il miele e cuoci per qualche minuto, fino a quando le carote non cominceranno a caramellare. Infine unisci l'aceto e lascia evaporare completamente. 

La quantità di aceto da utilizzare dipende dai gusti personali. Io ne uso poco (30 ml. circa) in quanto non voglio dare alle carote caramellate uno spiccato sapore acido, ma potrai variare le dosi a piacere. Ti consiglio, però, di cominciare con 30 ml.: lascia sfumare bene l'aceto e assaggia il fondo di cottura delle carote, solo a questo punto deciderai se aggiungerne altro o meno.

Fai ridurre il fondo di cottura, che dovrà presentarsi denso e lucido. Le carote saranno pronte quando si presenteranno ben glassate. Servile tiepide o fredde.

Curiosità
Un piccolo consiglio: tutte le pietanze in agrodolce che presentano l'aceto tra gli ingredienti, non devono mai essere servite calde. Il loro sapore risulterebbe alterato.


Tutte le mancinità di questa ricetta
Al momento non sono presenti declinazioni
Eleonora e Serena Corvasce
Eleonora e Serena Corvasce
foodblogger
Due sorelle barlettane, pugliesi doc., food blogger, food writer e chef amatoriali. Molto curiose, sempre in fermento, dedichiamo tutto il tempo libero ad imparare tecniche, a sperimentare nuovi ...vai alla scheda

Questo sito utilizza cookie di profilazione di terze parti.
Leggi l'informativa per saperne di più sui cookie e su come negare il consenso al loro uso. Proseguendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie. Accetto