Barchette di melanzana

cosa ci metto

Info info ricetta

tempo preparazione
TEMPO: 1 ORE 30 MINUTI
per quante persone
DOSI PER: 2 PERSONE
difficolta
DIFFICOLTÀ: Media
stagione
STAGIONE: Estate

come lo cucino Come lo cucino?

Curiosità: La mozzarella è un latticino tipico delle regioni del sud Italia e in Puglia viene prodotta da latte vaccino. La pasta filata viene tagliata a strisce e nuovamente lavorata solitamente a mano nei caseifici artigianali, fino alla "mozzatura", che ne da la tipica forma tondeggiante.

Taglia a metà per il lungo la melanzana e scava la polpa da entrambe le metà, ricavando due gusci. Ungi leggermente di olio, cuoci nel forno a 200 °C per circa 20 minuti. Taglia a dadini la polpa di melanzana ricavata. In una padella, fai stufare in olio la cipolla affettata, aggiungi la melanzana, sala e salta per circa 15 minuti. Aggiungi la salsa di pomodoro e abbondante basilico fresco, e fai cuocere per 20 di minuti. Cuoci al dente la pasta e scolala. Unisci al sugo di melanzane tiepido e mescola aggiungendo mozzarella a dadini e grana. Riempi con la pasta i gusci di melanzane, adagiali su una teglia, cospargili in superficie col grana e condiscili con un filo di olio. Metti in forno a 200 °C per circa 15 minuti. Fai riposare prima di servire, decorando con qualche foglia di basilico fresco.

 

Tutte le mancinità

vegetariano più calcio più fibre no crostacei no guscio no pesce no soia no uova
vegetariano, più calcio, più fibre, no crostacei, no guscio, no pesce, no soia, no uova

Aggiungi un commento


Non vediamo l'ora di leggere i tuoi commenti, ma prima dovrai loggarti!

CONDIVIDI

Colleziona Colleziona
la ricetta

Aggiungi ai preferiti questa ricetta per ritrovarla quando ti servirà

Dario de Blasiis
redattore

Dario de Blasiis

redattore
Segui
A 17 anni inizia a dare i primi segni della "malattia": mette su una blues band con gli amici, e la chiama "Supper's Blues Band",... [continua a leggere]
Lorenza Dadduzio
foodographer

Lorenza Dadduzio

foodographer
Segui
Piccola piccola. Diresti quasi smiltza. Ma con occhi grandi e mani curiose che scorrono e attraversano la superficie del mondo, desiderose di assaporare e... [continua a leggere]