Ricette

Ricette

Lunedì, 30 Novembre 2020 19:54

Focaccia Olio su Teglia - Ricetta basic

Scritto da

PROCEDIMENTO

Crea al centro del tavolo una montagnetta con la farina. Fai un buco nel centro e inserisci il lievito, l'olio, il sale.
 
Scalda l'acqua sul fuoco senza farla diventare bollente. Versarla pian piano sul lievito, in modo da ammorbidirlo, lavorando il tutto con le mani. Incorpora il lievito nella farina e impasta, aggiungendo l'acqua sufficiente. Aggiungi farina se si raggiunge una consistenza troppo morbida.
 
Impasta vigorosamente, lasciando che la pasta mangi aria e faccia qualche piccola bolla. Quando l'impasto si stacca dalle mani, è pronto.
 
Prendi la leccarda del forno, ungila con olio e adagia al suo interno la pasta precedentemente stesa con il matterello. Bisogna che l'impasto abbia uno spessore di circa due cm, che sia ben steso e che non abbia bordi o cornicioni. Deve essere una tela su cui disegnare.
 
Prendi una forchetta, quindi, e bucalo tutto con i rebbi, in modo da impedire che lieviti e copra il disegno che andremo a comporre.
Dopo averlo bucato, abbiamo il nostro foglio. 
Gli ingredienti che useremo per disegnare sono a discrezione del soggetto che si vorrà realizzare.
 
Una volta terminato il disegno, inforna in forno statico preriscaldato a 200 °C per circa 15-20 minuti.
Giovedì, 05 Novembre 2020 14:16

Gnocchi di ricotta e zucca

Scritto da

PROCEDIMENTO

Frulla la polpa della zucca e trasferiscila in una ciotola. Unisci la ricotta ben scolata e fatta asciugare in un colino e mescola per bene con una forchetta. Aggiusta di sale e di pepe e unisci poco per volta la farina, mescolando con un cucchiaio di legno. Copri e lascia riposare l’impasto per circa 30 minuti.

Infarina con la farina di riso finissima la spianatoia e forma gli gnocchi, evitando di infarinarli eccessivamente. Sbollenta gli gnocchi in abbondante acqua salata finché non tornano a galla.

Fai fondere il burro in una larga casseruola, unisci la salvia e, quando gli gnocchi tornano a galla, scolali e versali nella casseruola con il burro.

Manteca e servi subito con i gherigli di noci sbriciolati.

Qualche suggerimento.

La salvia in polvere è un'alternativa molto gustosa alla salvia fresca, se non ne aveste.

Al posto delle noci potete usare dei pinoli tostati e leggermente tritati.

Versate il mix poco per volta, anche a seconda della quantità di liquido presente nella polpa di zucca, quindi valutate la consistenza dell’impasto che deve essere un poco più morbido rispetto al solito impasto per gnocchi di patate.

 

TIPS

  • Per un piato lactose free puoi sostituire il burro con dell'olio extravergine di oliva
  • La salvia in polvere è un'alternativa molto gustosa alla salvia fresca, se non ne hai a disposizione
  • Al posto delle noci puoi usare dei pinoli tostati e leggermente tritati.
  • Versa il mix poco per volta, anche a seconda della quantità di liquido presente nella polpa di zucca, quindi valuta la consistenza dell’impasto che deve essere un poco più morbido rispetto al solito impasto per gnocchi di patate.
Venerdì, 30 Ottobre 2020 22:39

Biscotti fantasia di Paola.

Scritto da

PROCEDIMENTO

Tieni da parte la granella di nocciole, le gocce di cioccolato e la confettura di  mele ti serviranno dopo.

Metti la farina, lo zucchero, l'uovo e tuorlo, l'olio, il lievito e la buccia grattugiata del limone in una ciotola e mescola fino ad ottenere un impasto omogeneo. Trasferisci l'impasto su di una spianatoia e, se serve,aiutandoti con un pò di farina forma un cilindro che dividerai in tre parti uguali.

Ad una parte unisci le gocce di cioccolato e stendi l'impasto ad uno spessore di 1 cm circa. Taglia con una formina a forma di cuore i biscotti, mettili su di un vassoio e poni in frigo.

Prendi il secondo pezzo, stendi formando un rettangolo con uno spessore di mezzo cm, distribuisci circa 2 cucchiai di confettura di mele lasciando liberi i bordi per evitare che la confettura fuoriesca e arrotola dal lato lungo formando un cilindro. Sigilla i bordi schiacciando bene con le dita. Poni in frigo insieme ai cuori.

Prendi il terzo pezzo e stendi l'impasto ad uno spessore di 1 cm circa. Spennella la superficie con albume leggermente battuto e cospargi con la granella di nocciole. Taglia i biscotti usando un tagliapasta a forma di fiore e lascia riposare in frigo anche questi per una mezz'ora.

Nel frattempo accendi il forno a 180 °C. Disponi i biscotti sulla teglia foderata con carta forno e inforna cuocendo per 15/20 minuti.

Lascia raffreddare del tutto, taglia in piccoli tozzetti il cilindro e spolvera con zucchero a velo.

Lava le cicerchie e ammollale per almeno 24 ore in acqua tiepida salata.

Decorso il tempo necessario, rilavale e lessale con alloro, sedano, e un pezzo di scalogno per
circa 3-4 ore.

Quando saranno pronte, lava i funghi, tagliali a fette e cuocili in padella con olio e scalogno.

Tosta il pane di segale e, quando anche i funghi saranno cotti, servi con le cicierchie.

Giovedì, 24 Settembre 2020 23:36

Crostini alla crema di babaganoush e pomodorini

Scritto da

PROCEDIMENTO

Per il babaganoush

Lava le melanzane e, per velocizzare la cottura, tagliale a metà e posizionale su una leccarda coperta con carta forno. Inforna a 180 °C per circa 45 minuti, girandole  a metà cottura.

Appena si saranno intiepidite, con un cucchiaio scava tutta la polpa e schiacciala con una forchetta.

Aggiungi l'olio, l'aglio (o lo scalogno) tritato, il succo del limone, la tahina e mescola bene. Aggiusta di sale.

Aggiungi l’olio extravergine di oliva Il Biologico De Carlo e guarnisci con i pomodorini sottolio Sun Kissed e la menta.

 

Per il pane

Sciogli il lievito nell'acqua. 

Nella planetaria metti le farine e aggiungi l'acqua e il lievito ed impasta per qualche minuto. 

Nel frattempo aggiungi l'olio extravergine di oliva Il Biologico De Carlo e il sale e continua ad impastare fino a quando non otterrai un impasto liscio e setoso. Trasferisci in uno stampo per pane e lascia lievitare fino al raddoppio.

Inforna in forno già caldo a 210 °C per 10 minuti, quindi abbassa la temperatura a 200 °C e continua a cuocere per altri 20 minuti.


Curiosità / tips:

  • Se preferisci pui sostituire l'aglio con lo scalogno.
  • Puoi conservare il babaganoush in frigo per 3-4 giorni in un contenitore ermetico o ben coperto con pellicola per alimenti.
  • Se vuoi conservarlo per più tempo puoi anche congelarlo per poi scongelarlo il giorno prima di utilizzarlo, previa passaggio in frigorifero.

babaganoush 1369

 

PROCEDIMENTO

Prepara la tapenade: trita le olive leccine sottolio ben sgocciolate insieme ai pomodori sun kissed e alle acciughe. Raccogli tutto in una ciotolina, unisci un paio di cucchiai di olio di oliva Il Classico De Carlo, il prezzemolo tritato e lascia insaporire.

Nel frattempo scotta i pomodori in acqua bollente per una decina di secondi, quindi privali della pellicina e tagliali a dadini. Scalda un filo di olio in un tegame insieme a mezzo spicchio di aglio. Appena l’olio sarà profumato, elimina l’aglio e unisci i pomodori e un pizzico di sale. Quando i pomodori cominceranno a sfaldarsi aggiungi il concentrato di pomodoro e lascia sobbollire per 5 minuti, versando se necessario poca acqua. Regola di sale.

Sciacqua la melanzana, spuntala e taglia una decina di fette a rondelle abbastanza sottili. Il resto della melanzana tagliala a cubetti. Scalda bene l’olio di semi di arachidi e friggi le melanzane. Scolale su carta assorbente e regola di sale. Le melanzane a cubetti aggiungile al sugo di pomodoro e fai insaporire per un paio di minuti. Quelle a fette le terrai da parte per la finitura del piatto.

Nel frattempo cuoci la pasta in abbondante acqua salata, scolala al dente e rovesciala nella padella con il condimento. Manteca la pasta con il sugo, aggiungendo se necessario poca acqua di cottura per portarla alla cottura  finale, e quasi in ultimo unisci la tapenade. Lascia insaporire per un minuto. A fuoco spento aggiungi la stracciatella tagliuzzata e le melanzane a fette; mescola ancora senza amalgamare del tutto la stracciatella e servi.

 

CURIOSITA' / TIPS

  • I troccoli sono un particolare formato di pasta fresca tradizionale pugliese, lucana e abruzzese realizzata con un antico strumento da cucina da cui prendono il nome: “il troccoltaturo”, una sorta di mattarello munito di lame circolari inizialmente in ferro ed ora più comunemente in legno.
  • I troccoli sono simili agli spaghetti ma più spessi e ruvidi con una forma che è una via di mezzo tra il tondo e il quadrato. Se non ti è possibile preparare questo formato di pasta fresca puoi sostituirlo con uno spaghettone trafilato al bronzo  o con dei bigoli freschi.

 

Martedì, 01 Settembre 2020 15:18

Biscottini morbidi alle mele e limone.

Scritto da

Lava bene il limone, grattugia la buccia e tienila da parte.

Sbuccia la mela, (nel mio caso ne è bastata una perchè abbastanza grande) tagliala a tocchetti piccoli, metti in una ciotola e irrorala con il succo di limone per non farla annerire.

In un contenitore capiente sguscia 2 uova intere sbattile con una forcetta e aggiungi lo zucchero, l'olio, la scorza grattugiata di limone e amalgama un pò. Infine inserisci la farina, il lievito e la cannella. Quando gli ingredienti asciutti saranno ben incorporati avrai un composto morbido e a questo punto puoi aggiungere i tocchetti di mele. Fai in modo che la mela venga ben distribuita nel composto.

Fodera una teglia con carta forno, distribuisci dei piccoli mucchietti di composto aiutandoti con un cucchiaio, senza badare molto alla forma.

Cuoci i biscotti in forno statico preriscaldato a 180 °C per 25 minuti.

Quando saranno freddi spolverali con dello zucchero a velo.

Se non hai dei figli leoni, che divorano tutto, puoi conservarli ben chiusi per 4/5 giorni. 

Lunedì, 31 Agosto 2020 18:07

Zucca mantovana in padella

Scritto da

PROCEDIMENTO

Lava la zucca, sbucciala e tagliala a cubetti.

Pulisci la cipolla, tritala e falla dorare in padella con olio e qualche cucchiaio di acqua calda.

Unisci anche la zucca, rosolala a fiamma alta per poi aggiungere le erbe aromatiche tritate e un pizzico di sale.

Continua la cottura per altri 10-15 minuti a fuoco basso.

Servi con una spolverata di origano.

PROCEDIMENTO

Per prima cosa lava per bene le zucchine e poi grattugiale grossolanamente, dopodiché mettile a scolare in un colino per trenta minuti:  in questo modo perderanno l’acqua di vegetazione in eccesso. Passato il tempo unisci in un mixer le zucchine scolate, i ceci precotti e anch’essi scolati, il prezzemolo fresco, un uovo, la cipolla rossa, un cucchiaino di Le Creme di pomodorini De Carlo, il pangrattato, sale e pepe e frulla il tutto fino ad ottenere un composto ben amalgamato e malleabile. Se l’impasto ti sembra troppo morbido aggiungi ancora del pangrattato. 

Forma i burger con l’aiuto di un coppa pasta rotondo, passali ancora nel pangrattato e spennellali leggermente con l’olio extravergine di oliva Elisir all’aglio De Carlo. Fai poi scaldare una piastra antiaderente, cuoci i burger per circa 5 minuti per lato rigirandoli di tanto in tanto.

Nel frattempo prepara la maionese all’aglio: nel bicchiere di un frullatore ad immersione metti il latte di soia, l’olio extravergine di oliva Elisir all’aglio De Carlo e 1 cucchiaio di succo di limone, emulsiona il tutto con un frullatore ad immersione per pochi minuti. Aggiungi alla maionese il sale e versa in un vasetto da portata. 

Fai scaldare il pane sulla piastra ancora calda, metti un po’ di maionese su ogni fetta, aggiungi un cucchiaino di Le creme ai pomodorini De Carlo, qualche foglia di insalata fresca ed il burger di ceci e zucchine ben caldo. Chiudi il panino e servi subito.

Burger2

 

 

Curiosità / tips: 

Le creme ai pomodorini De Carlo è l’ingrediente “segreto” che rende i burger più saporiti. Ma la vera scoperta è stata la maionese all’aglio con l’olio aromatizzato:  è facilissima da preparare e mentre i burger cuociono si fa in un lampo!

A seconda della stagione puoi sostituire le zucchine con verdura od ortaggi a tua scelta. Ad esempio potresti  utilizzare della zucca in autunno o del cavolo nero sbollentato per creare dei burger invernali! 

Puoi anche sostituire la cipolla rossa con dei porri stufati leggermente in padella.

Burger3

Venerdì, 21 Agosto 2020 17:07

Riso venere al limone con salmone selvaggio

Scritto da

PROCEDIMENTO

Taglia il salmone a striscioline e procedi a marinarlo con il succo del limone. Conserva la buccia grattugiata per a finitura del piatto.

Lascia marinare il salmone in frigo per almeno 2 ore. Nel frattempo procedi alla cottura del riso venere in abbondante acqua salata. Una volta pronto il riso adagiolo in un piatto da portata per farlo raffreddare e intanto affetao le olive verdi denocciolate.

Al termine della marinatura, preleva le striscioline di salmone e uniscole al riso e alle olive. Condisio con olio, buccia di limone grattugiata ed erba cipollina.

Sabato, 08 Agosto 2020 18:37

Insalata di sgombro con olive e melanzane

Scritto da

PROCEDIMENTO

Lava e sbuccia le cipolle rosse e tagliale a rondelle sottili. Quindi mettile a bagno con il latte e il sale e fai riposare per almeno mezz’ora.

Lava il pesce eviscerato e fallo bollire per 10 minuti circa.

Nel frattempo lava i pomodorini, tagliali in quarti e condiscili con sale e olio Elisir al limone De Carlo.

Appena il pesce sarà pronto, puliscilo togliendo la pelle e le spine e metti tutto in una grande boule con le melenzane e le olive De Carlo scolate dall’eccesso di olio.

Sciacqua le cipolle e aggiungile all’insalata.

Aggiusta di sale e olio eventualmente e servi.

 

Curiosità/Tips:

  • Il pesce può avere una cottura più veloce o più lenta a secondo della sua dimensione.
  • E’ possibile cuocere il pesce il giorno prima e conservarlo in frigo: l’indomani sarà ancora buono e potrai preparare piatti deliziosi, perfetti anche per un buffet.


Sgombro melenzane e olive 1342 REV


Sabato, 08 Agosto 2020 18:22

Babka salato alle olive

Scritto da

PROCEDIMENTO

Nella ciotola della planetaria con il gancio montato unisci la farina, il lievito di birra sbriciolato e il latte. Comincia ad impastare a velocità minima e lascia che la massa si compatti.

Aggiungi l’uovo e continua a lavorare l’impasto fino a quando non comincia ad incordarsi.

A questo punto inserisci molto lentamente il miele e fallo assorbire bene dall’impasto. Poi procedi con l’olio extravergine di oliva Felice Garibaldi De Carlo a filo e infine con l’inserimento del burro appena morbido, un cucchiaino per volta.  Lavora per bene l’impasto fino a quando non pulisce la ciotola. Solo alla fine aggiungi il sale.

Il procedimento è abbastanza delicato e lungo : per avere un impasto ben lavorato ed incordato ci vorranno circa 30 minuti. La massa dovrà presentarsi elastica, lucida e ben legata.

A questo punto chiudi l’impasto in un contenitore che contenga tre volte il suo volume, copri con pellicola con alimenti e fai triplicare a 28 °C.

Una volta triplicato, rovescia l’impasto sulla spianatoia infarinata e stendilo in un rettangolo possibilmente regolare di mezzo cm di spessore. Spalma la crema di olive De Carlo, lasciando un dito libero sui due lati corti ed uno lungo e cospargi qua e là con le olive leccine sottolio De Carlo fatte precedentemente scolare dall’eccesso di olio.

Comincia ad avvolgere l’impasto come a formare un rotolo, partendo dal lato lungo spalmato con la crema. Una volta ottenuto il rotolo, con un coltello molto affilato taglialo per il lungo lasciando un capo unito all’estremità. Rivolgi la parte con i tagli verso l’alto e comincia ad avvolgere i due capi a spirale tra loro.

Posiziona il babka in un contenitore da plumcake ben oleato, copri con pellicola a fai raddoppiare a 26 °C per 1 ora e ½ circa.

Cuoci in forno statico a 180 °C per 35 - 40 minuti. Se in cottura dovesse colorirsi troppo, copri il babka con un foglio di alluminio. Sforna, aspetta che si intiepidisca appena e sforma dalla contenitore. Fai finire di raffreddare il babka su di una gratella.

 

Curiosità/Tips:

  • E’ possibile sostituire la crema di olive con una crema di pomodori o altro a propria scelta: la base della brioche all’olio è molto delicata e si presta bene a qualsiasi interpretazione.
  • Si può sostituire la dose di burro prevista con 40 g di olio, ma trovo che la presenza di poco burro le dia una sofficità ed una shelf life maggiore.

DSC 0859 3

 

 

Pagina 1 di 106