Ricette

Ricette

Pulisci il pesce e ricava due filetti. Cuocili in forno con la foglia di alloro, un filo di olio e sale per circa 15/20 minuti.

Dopo aver lasciato in ammollo i ceci la notte prima, cuocili per circa due ore in abbondante acqua e sala alla fine. Quando saranno cotti mixali con un frullatore ad immersione fino ad ottenere una crema.

Pulisci i carciofi dalle foglie esterne più coriacee e dall'eventuale barba interna. Lavali in acqua acidulata e tamponali per eliminare l'acqua in eccesso. Infarinali nella farina di mais, fai arrivare a temperatura l'olio e friggili per qualche minuto. Asciugali con carta assorbente per togliere l'eccesso di olio.

Componi il piatto e decora con finocchietto selvatico e il radicchio grigliato.

Giovedì, 14 Gennaio 2021 14:16

Crema di cavolo viola e pepe rosa

Scritto da

PROCEDIMENTO

Soffriggi nell'olio lo scalogno, aggiungi il cavolo tagliato a striscioline e fai cuocere a fuoco lento per circa 40 minuti, se serve aggiungi mezzo bicchiere di brodo.

Tosta le mandorle e aggiungi un po' di sale. Quando il cavolo è cotto, usa il frullatore ad immersione per addensarlo con olio e acqua calda. Infine aggiungi lo yogurt greco quel tanto che basta ad ottenere l'aspetto di una vellutata.

Fai raffreddare e servi con pepe rosa e mandorle.

PROCEDIMENTO

Lascia marinare i tocchetti di quartirolo per almeno 30 minuti con olio e limone e se preferisci aggiungi un pò di pepe. 

Metti a bollire l'acqua e aggiungi il sale dopo il bollore.

In una padella scalda i pomodori secchi e aggiungici il quartirolo con la marinatura, fai restringere la salsina e infine aggiungici la pasta cotta al dente, mischia tutto e servi con qualche cappero, prezzemolo e un pizzico di aneto fresco.

Enjoy your meal!

Giovedì, 14 Gennaio 2021 09:32

Seppioline con crema di batata

Scritto da

PROCEDIMENTO

Fai sciogliere la cipolla tritata finemente in poca acqua a fuoco basso, unisci le seppioline e sfuma con il vino bianco a fiamma viva. Unite la sacca del nero.
Porta a cottura regolando di sale e pepe.


Nel frattempo prepara una purea con la batata, l’olio d’oliva e l’acqua di cottura della batata. Regola di sale.
Disporni nei bicchierini la purea di batata, le seppioline e decora con dei bastoncini di batata fritti e fiocchi di sale.

Martedì, 12 Gennaio 2021 19:49

Tortino agli spinaci - In cucina con Montessori

Scritto da

COSA CI SERVE

  • 2 Taglieri (uno ciascuno che viene usato come delimitazione visiva dello spazio di lavoro in modo da favorire la concentrazione)
  • 4 ciotoline piccole per gli ingredienti (se hai a disposizione un servizio di ciotoline puoi fare anche 4 ciascuno, in modo che sia l’adulto che il bambino abbia i propri ingredienti)
  • 2 ciotole medie (una ciascuno per la preparazione)
  • 2 fruste a mano (per i bambini è consigliabile una versione piccolina maneggevole e di facile utilizzo)
  • 2 cucchiai (uno ciascuno per versare il composto dalla ciotola allo stampino)
  • 1 bottiglietta di olio con beccuccio
  • 1 bicchierino per il sale
  • 1 canovaccio
  • Stampini da muffin
  • 1 placca da forno

PROCEDIMENTO

N.B. In questa descrizione verranno elencate oltre alle tecniche inerenti la ricetta anche tutte le procedure montessoriane per realizzare la ricetta con i bambini. Per il procedimento veloce è possibile scorrere direttamente in fondo alla ricetta.

Disponiamo ciascun ingrediente nella propria ciotolina.

Nella prima inseriamo l’uovo. Se il bambino sembrasse desideroso di farlo, facciamo vedere come rompere il guscio dell’uovo con movimenti lenti e senza troppe parole affinché impari guardando e utilizzando un senso alla volta, per non mandarlo in confusione. Per i bimbi al di sotto dei 3 anni o se si trovassero in difficoltà e non si sentissero in grado possiamo romperlo noi per loro e far trovare tuorlo e albume insieme.

Nelle altre ciotoline invece inseriamo rispettivamente un cucchiaio di formaggio grattugiato, un cucchiaino di pangrattato, due o tre foglie di spinaci freschi mentre il sale andrà posizionato in un bicchierino.

Per ogni ingrediente cerchiamo di aggiungere nelle ciotoline per il nostri bimbo sempre qualcosa in più in modo che riesca facilmente e non vada in frustrazione nel non riuscire a prendere con facilità un cucchiaio pieno come l’adulto.

Facciamo in modo che le ciotole siano messe in ordine di utilizzo, da sinistra verso destra, perché indirettamente i bambini incamerano quello che è il verso della scrittura (ogni cosa ha un senso nel metodo Montessori).

Sia i bambini che noi adulti dobbiamo poter lavorare insieme, stando attenti però a far vedere prima noi ai piccoli cosa fare e come farlo! Questo insegnerà la pazienza, a rispettare il proprio turno e fa passare il concetto che noi in primis ci rispettiamo, senza sempre mettere davanti l’altro.

Prediamo ognuno le proprie foglie di spinaci, le laviamo accuratamente sotto l’acqua corrente, quindi le tamponiamo con un canovaccio per asciugarle.

Usando un coltellino, tagliamo le foglie grossolanamente. Prestiamo sempre attenzione che il bambino possa seguire i nostri movimenti, svolgendo con estrema lentezza un’azione alla volta perché ci possa imitare e possa imparare: facciamo vedere la corretta impugnatura, dove mettere la mano quando utilizziamo il coltello specificando “mano lontano”, facciamo vedere come tagliare, ecc.

Se il bambino fosse troppo piccolo o semplicemente non volesse utilizzare il coltello possiamo anche invitarlo a sminuzzare le foglie a mano.

IMG 2792

Rompiamo il tuorlo con la frusta, quindi mescoliamo appena all’albume. I bambini adorano vedere la magia che avviene: “l’uovo cambia e diventa tutto arancione!”. La meraviglia nei loro occhi non ha prezzo.

Appoggiamo la frusta e, per favorire la concentrazione, versiamo un ingrediente alla volta con un cucchiaio, prima il parmigiano grattugiato e poi il pangrattato. Utilizzando tre dita a mo’ di pinza prendiamo il sale dal suo contenitore e mostriamo al bambino come fare, suggerendogli “un pizzichino, poco poco”.

Uniamo gli spinaci ognuno al proprio composto di uova e mescoliamo per amalgamare tutti gli ingredienti.

IMG 2803

Prendiamo uno stampino per muffin. Usando la bottiglietta col beccuccio, riempiamo d’olio un cucchiaino che poi verseremo nello stampo (i bambini adorano travasare!). Aiutandoci con le dita, facciamo vedere come oleare tutta la sua superficie interna. A questo punto con un cucchiaino versiamo del pangrattato nello stampo e, facedolo roteare, assicuriamoci che il pane aderisca alla superficie unta.

Questi passaggi hanno una leggera complessità per i bambini per cui è necessario procedere con lentezza in modo che osservino attentamente i nostri movimenti per poi ripeterli se si sentono in grado, altrimenti saremo pronti ad aiutarli senza mai sostituirci a loro.

Ora possiamo procedere a versare il composto di uova e spinaci all’interno dello stampo aiutandoci con un cucchiaio in modo da ripulire per bene la ciotola e cuociamo in forno già caldo a 180° C per 15 minuti circa.

La quantità finale di tortini dipende dalla grandezza degli stampini che scegliamo consideriamo che per ogni uovo otterremo un tortino circa. Sistemiamoli su una placca da forno e cuociamo.

Alla fine della preparazione ognuno laverà il proprio tagliere, la propria ciotola e gli utensili utilizzati, lasciando la postazione pulita e rimettendo ogni cosa al proprio posto. I bambini adorano l’acqua e, se anche dovessero metterci un pochino più di tempo, lasciamoli fare questa importante esperienza sensoriale senza dirgli in continuazione che stanno sprecando acqua. È un passaggio importante per educarli alla responsabilità e al rispetto. Invece noi adulti ci prenderemo cura delle ciotoline utilizzate per preparare le linee degli ingredienti e del resto.

IMG 2805

 

Versione solo adulto:

Rompi le uova in una ciotola e sbattile appena con una frusta. Aggiungi il parmigiano grattugiato, il pangrattato, il sale e gli spinaci freschi tritati grossolanamente a crudo. Mescola per amalgamare. Ungi uno o più stampini con un filo d’olio avendo cura di spargerlo bene su tutta la superficie interna. Versa il pangrattato nello stampino unto e facendolo roteare assicurati che aderisca perfettamente alle pareti e al fondo. Versa all'interno il composto di uova e spinaci e cuoci in forno già caldo a 180 °C per circa 15 minuti.

Venerdì, 08 Gennaio 2021 18:58

Cime di rape stufate

Scritto da

PROCEDIMENTO

Pulisci le rape: vanno eliminate le foglie troppo grandi e i gambi più duri, tenendo solo le foglie più tenere e parte del gambo.

Lavale con cura con acqua corrente, per togliere i residui di terra o qualche insetto.

Versa un filo d’olio in una casseruola capiente. Mettici metà delle rape, uno spicchio d’aglio tagliato in due o tre pezzi, le foglie di alloro. Ungi con altro olio, aggiungi poco sale e le rape restanti. Sala ancora un pochino e versa ancora un filino d’olio.

Considera che le rape si dimezzeranno come volume, quindi non esagerare col sale facendoti ingannare dalla vista che le farà sembrare tantissime.

Copri la casseruola col suo coperchio, quindi metti sul fuoco a fiamma bassa. Le rape devono cuocere finchè non saranno tenerissime e non vanno girate, altrimenti rischi di spappolarle. Muovile un pochino con la forchetta per controllare che non si attacchino sul fondo e per fare in modo che il sale si distribuisca uniformemente.

Se le cuoci a fiamma bassa non rischierai che si attacchino, ma se preferisci, puoi unire mezzo bicchiere d’acqua all’inizio. Puoi aggiungerlo anche se preferisci una minestra più brodosa.

Una volta cotte, servi le rape calde, accompagnate da fette di pane casereccio.

Lunedì, 04 Gennaio 2021 09:53

Baccalà alla vicentina

Scritto da

Ammolla lo stoccafisso, già ben battuto, in acqua fredda, cambiandola ogni 4 ore, per 2-3 giorni. oppure acquistalo già ammollato per velocizzare.

Apri il pesce per lungo, togli la lisca e tutte le spine. Taglialo a pezzi rettangolari.

Affetta finemente le cipolle; rosolale in un tegame con un bicchiere d'olio, aggiungi le sarde sotto sale tagliate a pezzetti; per ultimo, a fuoco spento, unisci il prezzemolo tritato.

Metti il soffritto sui pezzi di baccalà aperti, infarina i vari pezzi di stoccafisso e arrotolali su se stessi. Poi disponili uno accanto all'altro, in un tegame di coccio (sul cui fondo avrai prima versato, qualche cucchiaiata di soffritto); ricopri il pesce con eventuale soffritto avanzato, aggiungendo anche il latte, il formaggio grattugiato, il sale, il pepe.

Unisci l'olio fino a ricoprire tutti i pezzi, livellandoli.

Cuoci a fuoco molto dolce per circa 4 ore e mezzo, muovendo ogni tanto il recipiente in senso rotatorio, senza mai mescolare.

Questa fase di cottura, in termine "vicentino" si chiama "pipare".

Solamente l'esperienza saprà definire l'esatta cottura dello stoccafisso che, da esemplare ad esemplare, può differire di consistenza.

Il baccalà alla vicentina è ottimo anche dopo un riposo di 12/24 ore. Servi con polenta morbida o abbrustolita.

Venerdì, 01 Gennaio 2021 17:40

Crostata vegan al cocco

Scritto da

PROCEDIMENTO

Prepara la frolla.

In una ciotola sciogli lo zucchero nell’acqua con un pizzico di sale mescolando con una frusta a mano. Aggiungi l’olio e continua a mescolare. Unisci la farina setacciata con il lievito e il cacao e mescola con un cucchiaio o con le mani fino ad ottenere un composto omogeneo. Per la stesura devi aiutarti con la carta forno.

Prepara la crema

Mescola il cocco con lo yogurt. Aggiungi yogurt fino ad avere una crema non troppo morbida. Poi regolati con lo zucchero secondo il tuo gusto. Io trovo il cocco già sufficientemente dolce quindi non ho messo nulla.

Dividi la frolla in due parti. Stendi la metà su carta forno ad uno spessore di circa 5 mm e rivesti uno stampo da crostata da 20 cm di diametro. Bucherella il fondo e farcisci con la crema. Stendi la seconda frolla e chiudi la crostata. Fai qualche buchino con uno stecchino per far uscire il vapore in cottura.

Inforna a 170 °C per circa 50 minuti. Sforna e fai raffreddare bene prima di togliere dallo stampo.

cacao cocco2

PROCEDIMENTO

Per preparare il cake prima di tutto taglia a cubetti grossolani i canditi e la frutta secca e fai rinvenire l’uvetta in acqua. Poi strizza bene l’uvetta e unisci tutto in una ciotola.

Monta le uova con lo zucchero fino ad ottenere una bella crema chiara e spumosa. Aggiungi l’olio e l’elisir al limone De Carlo e continua a montare. Poi aggiungi lo yogurt. Setaccia la farina insieme al sale e al lievito. Unisci la farina a più riprese alla massa montata delle uova e mescola con una spatola dal basso verso l’altro. Alla fine unisci la frutta secca, i canditi e l’uvetta. Infine distribuisci in uno stampo imburrato e infarinato o coperto con carta forno e inforna a 175 °C, forno statico per circa 45 minuti. Fai la prova stecchino per vedere se è cotto.

Prepara la glassa aggiungendo acqua allo zucchero a velo fino ad avere una crema non troppo liquida. Distribuiscila sul cake quando si sarà raffreddato, poi decora con i canditi.

Per preparare la crema prima di tutto frulla i lamponi, poi passa tutto in un setaccio fino in modo da eliminare i semi ed ottenere solo il succo filtrato. Unisci all’acqua. In un pentolino versiamo l’olio, l’elisir, lo zucchero e la fecola. Unisci piano piano il succo di lampone nel nostro composto con l’olio continuando a mescolare con la frusta. Metti tutto sul fuoco medio-basso e lascia cuocere fino a quando si addenserà sempre continuando a mescolare. Trasferisci la crema in una ciotola e coprila con della pellicola a contatto in modo da farla raffreddare.

ElenaGnani Tronchetto IMG 9920

CURIOSITA'/TIPS:

Questo dolce è stato realizzato con gli olii e gli elisir che potrai trovare nella Gift box De Carlo Linea Evolution EC5.

Mercoledì, 30 Dicembre 2020 12:10

Ciambella alla zucca e amaretti

Scritto da

PROCEDIMENTO

Taglia la zucca cruda, senza buccia, a pezzettini.

Mettila in un mixer, con l'olio e il latte, fino ad ottenere una purea vellutata di consistenza fine.

In una ciotola, monta le uova con zucchero, la buccia dell’arancia e poi unisci il succo (o il liquore). Il composto deve presentarsi perfettamente uniforme.

A parte, mescola la farina con le mandorle triturate (o farina di mandorle) e il lievito setacciato.

Inserisci un po’ di farina alla volta e prosegui in questo modo fino ad esaurimento ingredienti. Poi unisci anche gli amaretti triturati finemente.

Imburra e infarina una tortiera a ciambella e versa il composto della torta alla zucca. Livella bene la superficie.

Cuoci in forno caldo statico a 170 °C per circa 55 minuti. Fai sempre la prova stecchino per verificare la cottura.

Lascia raffreddare la ciambella per circa 20 minuti nel suo stampo. Poi sformala e lasciala raffreddare su una gratella per mezz’ora.

Spolvera la ciambella di zucca con dello zucchero a velo.

PROCEDIMENTO

Per il rollè di tacchino

Stendi la carne di tacchino su di un piano da lavoro e cospargila con poco sale fino. Spalma la crema red passion De Carlo su tutta la superficie della carne, quindi coprila con la scamorza affumicata e aggiungi i pomodorini semi dried De Carlo tagliuzzati.

Arrotola la carne di tacchino su sé stessa, quindi legala per bene con dello spago da cucina.

Fai rosolare il rollè di tacchino in padella con 1 cucchiaio di olio Felice Garibaldi e uno spicchio d’aglio in camicia.

Una volta che sarà dorato, mettilo in una teglia da forno con 2 cucchiai di olio e un bicchiere di vino bianco.

Termina la cottura in forno preriscaldato a 200 °C per circa 30 minuti.

Nel frattempo prepara un dressing diluendo la crema di olive verdi e agrumi con 4 cucchiai di olio Felice Garibaldi.

 

Per l’insalatina

Lava la misticanza e il finocchio che taglierai a velo.

Cospargi con un pizzico di sale e condisci con il dressing preparato.

 

Una volta cotto, lascia intiepidire il rollè di tacchino e taglialo a fette.

Servilo con il contorno di misticanza e finocchio.

EmanuelaBleve RolleTacchinoIngredienti IMG 2718 Top

CURIOSITA'/TIPS

La crema di olive verdi e agrumi, l'olio extravergine d olive Felice Garibldi e la crema red passion li puoi trovare nella gift box De Carlo Linea Evolution EC6

Domenica, 27 Dicembre 2020 13:57

Bignè salati con crema di robiola

Scritto da

PROCEDIMENTO

Metti il latte, l’acqua, il burro, il sale e lo zucchero in una pentola a fuoco basso. Porta ad ebollizione. Versa poi la farina tutta in un colpo e mescola energicamente con un cucchiaio di legno fino ad ottenere un composto liscio. Mescola per circa 1 minuto in modo che la pasta si asciughi, poi versa il composto in una ciotola. Aggiungi le uova una alla volta sempre mescolando con un cucchiaio di legno. Dopo aver incorporato le uova, la pasta dovrebbe risultare liscia e ben amalgamata. Metti poi la pasta in una sacca da pasticceria con bocchetta liscia da 1 cm circa.

Fai delle file ben distanziate di pasta choux su di una teglia foderata di carta forno. Inforna a 180°C per 20/25 minuti. I bignè devono risultare ben asciutti e friabili. Lascia raffreddare poi spostali su di una griglia.

Intanto prepara la crema: monta a parte la panna, uniscila poi alla robiola fresca, dopodiché aggiungi il prezzemolo ed il timo tritato, sminuzza le olive, i pomodorini e le melanzane sottolio De Carlo con un coltello e uniscile al composto. Mescola delicatamente con una spatola, aggiusta di sale e di pepe. Metti il composto in una tasca da pasticceria, taglia a metà i bignè con in coltello e farcisci con abbondante crema. Lascia riposare in frigorifero per almeno 30 minuti prima di servire.

Olio De Carlo bignè salati 14

CURIOSITA'/TIPS:

Pagina 1 di 108