Cestini di miglio al pesto di cavolo nero

LOVE
0
Cosa ci metto?

Ingredienti per 10 cestini:
-400 ml di acqua per la cottura
-200 g di miglio
-un cucchiaio di timo essiccato
-un cucchiaino di succo di limone
-sale integrale
-olio extravergine d'oliva

Per il pesto:
-50 gr di noci
-50 ml di olio extravergine d'oliva
-40 gr di pinoli
-3 foglie medie di cavolo nero
-mezzo spicchio di aglio
-sale integrale


0g 0h 45m


Come lo cucino?

I cestini ai cereali sono di facile realizzazione e si adattano a ospitare molte preparazioni differenti; ne ho sperimentati svariati tipi e oggi ho scelto il miglio come base e il cavolo nero come ripieno, per regalarvi un antipasto dal carattere forte e dalle preziose proprietà antiossidanti

Per i cestini:
Sciacqua il miglio e versalo in una pentola con acqua fredda rispettando la proporzione volumetrica 1:2 (cereale:acqua).

Aggiungi un pizzico di sale, copri e fai cuocere a fuoco basso fino a completo assorbimento (circa 15').

A fine cottura regola di sale, mescola e poi togli dal fuoco.

Aggiungi il succo di limone e il timo essiccato.

Ungi d'olio una teglia per i muffin, bagnati le dita con acqua fresca e  fodera le pareti degli stampini con il miglio.

Poni la teglia in forno preriscaldato a 180° e fai cuocere per almeno 10'. I cestini saranno pronti quando tenderanno a staccarsi dalle pareti degli stampini.

Togli la teglia dal forno e lascia intiepidire, quindi sforma i cestini aiutandoti con un coltellino.

Per il pesto:
Tosta i pinoli.

Sciacqua e asciuga le foglie di cavolo e tagliale grossolanamente con un coltello. Metti in un mortaio le foglie di cavolo e l'aglio e pestale, aggiungendo man mano le noci e i pinoli, quindi il sale e infine l'olio, continuando a  pestare fino ad amalgamare tutto (in alternativa puoi mettere tutti gli ingredienti nel bicchiere del frullatore ad immersione e frullare fino ad ottenere una consistenza granulosa).

Usa il pesto per riempire i cestini e servili freddi.


Tutte le mancinità di questa ricetta
Al momento non sono presenti declinazioni
Simona Laus
Simona Laus
foodblogger
Rispetto le tradizioni e amo le rivoluzioni. Mangio curioso, cucino vegetale; mangio in compagnia e cucino per la compagnia.   Brindisina di nascita e bolognese d'adozione, ...vai alla scheda

Questo sito utilizza cookie di profilazione di terze parti.
Leggi l'informativa per saperne di più sui cookie e su come negare il consenso al loro uso. Proseguendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie. Accetto