Polpette di lampascioni e patate

Info info ricetta

per quante persone
DOSI PER: 4 PERSONE
difficolta
DIFFICOLTÀ: Facile
stagione
STAGIONE: Primavera

come lo cucino Come lo cucino?

I lampascioni (muscari in italiano) appartengono alla famiglia delle liliacee, la stessa dell'aglio e della cipolla e hanno notevoli proprietà  nutrizionali. Dal sapore leggermente amaro, contengono sostanze benefiche per la flora batterica intestinale e molte fibre. Hanno proprietà diuretiche ed emollienti.

Grattugia le patate con una grattugia a fori larghi. In una terrina schiaccia i lampascioni con una forchetta e aggiungi le patate, le uova, il formaggio, il pane ammorbidito con un po' d'acqua e strizzato, il prezzemolo tritato, sale, pepe e un pizzico di bicarbonato. Disponi sul fondo di una teglia l'olio, l'aglio tritato, i pomodorini a piccoli pezzi e un po' di prezzemolo, sala e pepa. Prepara delle polpette grandi quanto un uovo e sistemale nella teglia distanziandole. Spolverizza di pangrattato, irrora con olio, pepa e inforna per 30 minuti a 180 °C. Servi il piatto ben caldo. 

 

 

Tutte le mancinità

vegetariano pochi grassi no crostacei no guscio no lattosio no pesce no soia
vegetariano, pochi grassi, no crostacei, no guscio, no lattosio, no pesce, no soia

Aggiungi un commento


Non vediamo l'ora di leggere i tuoi commenti, ma prima dovrai loggarti!

CONDIVIDI

Colleziona Colleziona
la ricetta

Aggiungi ai preferiti questa ricetta per ritrovarla quando ti servirà

Mamma Lella
redattore

Mamma Lella

redattore
Segui
Tre grandi passioni: i figli, la cucina e Parigi! Naturalmente cucinare per i figli mi ha dato la spinta a una forte creatività culinaria, ma... [continua a leggere]
Lorenza Dadduzio
foodographer

Lorenza Dadduzio

foodographer
Segui
Piccola piccola. Diresti quasi smiltza. Ma con occhi grandi e mani curiose che scorrono e attraversano la superficie del mondo, desiderose di assaporare e... [continua a leggere]

Cucinata con...

Lampascioni sottolio

Lampascioni sottolio

Il lampascione è una delle piante selvatiche che più rappresentano la tradizione contadina pugliese. E' una pianta spontanea di cui si consuma il bulbo simile... [continua a leggere]