Al via la terza edizione di Vincotto&Lode

È giunto alla terza edizione il concorso di cucina creativa "Vincotto&Lode" che vedrà competere gli studenti delle quarte e quinte classi di nove istituti alberghieri nella creazione di nuove ricette basate sull'utilizzo del vincotto, antico prodotto della tradizione. L'evento, che avrà luogo il 16 gennaio 2018, presso l'IPSSAR. A. Perotti di Bari, si avvale della stretta collaborazione con le aziende del circuito "Più Gusto", con la Gazzetta del Mezzogiorno, la Guida al Buongusto, l'I.I.S.S. "Galilei-Costa" di Lecce e con la Comunità del cibo di terra madre Vincotto primitivO. Quest'anno la sfida verterà sulla preparazione dello street food e di "street" cocktail: il cibo da strada, secondo la definizione della FAO, è costituito da quegli alimenti, incluse le bevande, già pronti per il consumo, che sono venduti (e spesso anche preparati) soprattutto in strada o in altri luoghi pubblici (come mercatini o fiere), anche da commercianti ambulanti, spesso su un banchetto provvisorio oppure sopra furgoni o carretti. Il fenomeno si è sicuramente evoluto negli ultimi anni, fino a trasformarsi in un vero e proprio trend. I camioncini sono stati sostituiti da "food truck" attrezzatissimi, dove è possibile sviluppare e vendere piatti ricercati, studiati, innovativi o tradizionali ma sempre accomunati dall'alta qualità delle materie prime. Gli istituti alberghieri che parteciperanno alla competizione sono: I.I.S. "L. Einaudi" - Cremona IISS "E. Morante" – Crispiano (Ta) IPSSEOA – Otranto (Le) IISS "G. Salvemini" – Fasano (Br) IIS "G. Gasparini" - Melfi (Pz) IIS "Einaudi - Grieco" – Foggia I.I.S.S. Consoli-Pinto - Castellana Grotte - (Ba) IPSSAR "A. Perotti" – Bari IPSSAR Alberghiero - Molfetta - (Ba) Tra i membri della commissione del concorso ci saranno come ospiti speciali Federico Trotta, founder di Streeat European Food Truck Festival, e Alessandro Marchese, founder di Marchese on wheels. Non mancheranno rappresentanti della Nazionale Italiana Cuochi, di Euro - Toques Italia, Assocuochi baresi, del CIHEAM (International Center for Advanced Mediterranean Agronomic Studies) di Bari e del Dipartimento di Scienze e Tecnologie Biologiche e Ambientali dell'Università del Salento. Gli ingredienti eccellenti che saranno adoperati dai ragazzi sono: • Birre artigianali (cassarmonica birra fermentata con vincotto) del Birrificio B94 di Lecce; • Pomodoro fiaschetto semisecco Presidio Slow Food di Calemone di Torre Guaceto (BR); • Caciocavallo "Comunità Slow Food dell'Alto Salento" del Caseificio Lanzillotti di S. Vito dei Normanni (BR); • Wurstel artigianale e salame casareccio del Salumificio Santoro di Cisternino (BR); • Vincotto (balsamico, ingentilito, glassa, cuettu) e composta di cipolle al vincotto – "Comunità slow food Vincotto primitivO" di Terra Apuliae di Melissano (LE); • Pomodori secchi, caponata Salentina, filetti di peperoni e melanzane, zucchine secche - "Comunità slow food vincotto primitivO" di Vizzino, a Minervino (LE); • Insaccati di pesce di Offishina di Matino (LE); • Gassosa, acqua tonica e ginger di Chiurazzi di Calimera (LE); • Base pizze e pucce di U-Tub di Gravina in Puglia (BA); • Farina di ceci - "Comunità slow legumi di Zollino" di Calo&Monte di Zollino (LE); • Prime uve bianche, gentlmate bianco (brandy), Botran reserva blanc, Barmaster gin, Mezcal&Spadin, gin puro di Bonaventura Maschio di Gaiarine (TV). Tanti prodotti eccezionali del nostro territorio, l'entusiasmo dei giovani studenti e il vincotto, uno dei grandi protagonisti della tradizione della Puglia. Un mix perfetto da non perdere!
Non vediamo l'ora di leggere i tuoi commenti, ma prima dovrai loggarti!

Autori

Lorenza Dadduzio
foodographer

Lorenza Dadduzio

foodographer
Segui
Piccola piccola. Diresti quasi smiltza. Ma con occhi grandi e mani curiose che scorrono e attraversano la superficie del mondo, desiderose di assaporare e... [continua a leggere]

Ultime dallo stesso autore