Diario di una social dinner

Il racconto per scoprire cosa e' e cosa succede a una social dinner

Cosa e' una social dinner? Ne hai mai sentito parlare? E' una cena "al buio"...nel senso che esci restando a casa, non sapendo chi saranno gli altri commensali e spesso anche il menù. Vengono organizzate in rete, e pubblicizzate con il tam-tam che solo la rete ti sa dare.
Si realizzano solo se si raggiunge il numero minimo di partecipanti e se tutti collaborano alla spesa. Quando si conferma la propria partecipazione, si ricevono tutte le indicazioni, indirizzo e informazioni utili, per poter trascorrere la propria serata alternativa.

Ed eccomi qua! Io sono una di quelle persone che organizza questo tipo di cene
.
Adoro cucinare,
mi piace condividere e stare in mezzo alle persone. Mi rende felice trascorrere del tempo in compagnia, avere la possibilità di conoscere nuovi amici e sopratutto regalare piccole pillole di gioia. Ce la metto proprio tutta per realizzare serate uniche e coinvolgenti, per mettere a proprio agio i miei ospiti, cercando di fargli rompere il ghiaccio semplicemente e coccolandoli con la mia cucina.


L'organizzazione della cena inizia settimane prima, immaginando il tema della serata
, decidendo il menù, scegliendo la musica di accompagnamento e ogni piccolo dettaglio per non lasciare nulla al caso. Pubblicizzo l'evento sul blog, avviso tutti i miei followers e lo pubblico sui social. Piano piano ricevo le prime timide mail di adesione, rispondo a tutti e inizio la pianificazione. Il giorno prima vado a fare la spesa e poi mi metto ai fornelli in modo tale che sia tutto pronto per la cena del giorno successivo.
Gli ospiti arrivano alla chetichella. Entrano timidamente facendo le prime presentazioni ma rimanendo un po' sulle proprie. Si inizia a conoscerci davanti al buffet dell'aperitivo
: un estratto di succo, un piattino crudista, un finger food vegan, la focaccia integrale alle erbe... E poi tutti a tavola!!

Il cuore mi batte forte, il respiro mi si strozza in gola. L'ansia nel portare il piatto dell'antipasto mi fa tremare le gambe... Piacerà quello che ho preparato? Sorrido e mi ripeto che siamo tutti insieme per divertirci e la tensione mi si allenta non appena scorgo i visi dei miei commensali e i primi commenti. Da lì, è tutta in discesa. Io ricomincio a divertirmi e mi sposto da tavola alla cucina e viceversa, per servire le diverse portate raccontando a tutti cosa ho preparato e come l'ho fatto.

Le chiacchiere si fanno più fitte e si sentono le prime risa. Tra una portata e l'altra la musica diventa protagonista e mentre qualcuno continua a chiacchierare, come nel salotto di casa, altri si ammutoliscono facendosi catturare affascinati dalle note. La serata scorre in fretta, ci si diverte molto, si mangia tanto e ci si scopre amici.

Al momento dei saluti, dispiace dover abbandonare la tavola. Io ho la cucina da riassettare che mi aspetta, ma sono ancora più felice per la bellissima serata trascorsa, le persone conosciute e i sorrisi ricevuti. Ci si scambia i contatti e, chiudendo la porta, inizio a fantasticare sulla prossima social dinner.

Non vediamo l'ora di leggere i tuoi commenti, ma prima dovrai loggarti!

Autori

marzia riva
foodblogger

marzia riva

foodblogger
Segui
Mi chiamo Marzia e sono una blogger di Milano. Mi ritengo solare, entusiasta, allegra, iperattiva e appassionata di danza e di cucina. Ho aperto... [continua a leggere]

Ultimi eventi dello stesso autore

  • Home