Riso al curry con friggitelli e yogurt

LOVE
2
Cosa ci metto?

Per 2 persone

130 g. di riso basmati
6 peperoni friggitelli
1 zucchina
1/4 di di peperone giallo
1/4 di cipolla
1 pomodoro piccolo
1 carota
1 cucchiaino di spezie miste: coriandolo, cumino, cardamomo, curcuma
2 cucchiaini di curry piccante
2 cucchiai di olio evo
1/2 cucchiaio di coriandolo fresco tritato (o prezzemolo)
150 g. di yogurt naturale di soia
sale q.b.

olio di semi di girasole per friggere
 
 

0g 2h 0m


Come lo cucino?

Lava e sciacqua il riso finchè l’acqua non risulterà trasparente. Lascialo quindi a bagno per un paio d’ore.

Porta a ebollizione un pari volume d’acqua, versa un cucchiaino di curcuma e quindi il riso. Riporta a ebollizione, abbassa la fiamma al minimo e cuoci coperto, lasciando una piccolissima fessura per 10 minuti circa, finchè l’acqua sarà del tutto assorbita senza toccare mai il riso. Fai riposare coperto 5 minuti, poi sgrana con una forchetta.


Taglia a dadini il peperone, la carota e la zucchina. Trita la cipolla finemente, falla appassire in due cucchiai d’olio evo. A parte tosta le spezie. Aggiungile alla cipolla, poi unisci la carota e fai saltare per cinque minuti. Aggiungi anche il peperone e continua a cuocere per tre minuti. Per ultimo unisci la zucchina e saltala finchè sarà cotta (non troppo). Taglia in due il pomodoro, elimina acqua e semi, taglialo a dadini e uniscilo alle verdure. Fai saltare un minuto. Aggiungi alla fine il coriandolo (o il prezzemolo ) tritato e il succo di limone (la quantità dipende dai gusti personali).

Aggiungi le verdure al riso e mescola.
Friggi i peperoni friggitelli nell’olio finchè saranno morbidi. Falli asciugare su carta assorbente e salali. Servi il riso con i peperoni e dello yogurt bianco di soia a parte. 


Tutte le mancinità di questa ricetta
Al momento non sono presenti declinazioni
simona malerba
simona malerba
foodblogger
Architetto di formazione, approdata al mondo del food per una grande passione per la cucina. Mi piace esprimermi attraverso i piatti che preparo, che da vegetariani sono diventati oggi quasi ...vai alla scheda

Questo sito utilizza cookie di profilazione di terze parti.
Leggi l'informativa per saperne di più sui cookie e su come negare il consenso al loro uso. Proseguendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie. Accetto