Minipie di grano saraceno con scarola, olive e pinoli

LOVE
6
Cosa ci metto?

Per 4 mini persone:
Per la sfoglia:
- 100 g di farina di mais
- 200 g di farina di grano saraceno
- 1/2 cucchiaino di lievito naturale
- 1 cucchiaino di sale
- 100 g di acqua tiepida
- 60 g di olio extravergine di oliva
- 40 g di olio di girasole bio
- 50 g di fecola (o amido di mais)

Per il ripieno:
- 400 g di scarola
- brodo vegetale low FOD MAP
- 5 olive verdi denocciolate e condite
- peperoncino
- 20 g di pinoli
- sale


0g 1h 30m


Come lo cucino?

In una boule mescola le due farine, la fecola, il lievito e il sale. Unisci gli oli e l’acqua necessaria a formare un panetto lavorabile ma non appiccicoso. Impastalo velocemente, poi avvolgilo nella pellicola per alimenti e fallo riposare per un’ora. Lava e pulisci la scarola, poi tagliala a pezzi e sbollentala per circa 6-8 minuti finché non sarà tenera. Elimina l’acqua in eccesso e falla asciugare totalmente in una padella calda per 3-4 minuti, aggiungendo un po’ di brodo vegetale low FODMAP per insaporire. Aggiungi il sale, qualche pezzo di peperoncino e le olive tagliate a pezzetti. Fai tostare leggermente i pinoli in una padella antiaderente e aggiungili alla verdura. Preriscalda il forno a 180 °C in modalità statica. Tira la pasta tra due fogli di carta da forno in una sfoglia di circa 3 mm di spessore e rivesti degli stampini per tartellette, precedentemente spennellati con olio e leggermente infarinati con farina di mais. Bucherella il fondo, riempi con la verdura, chiudi con un altro disco di pasta, elimina l’eccesso passando il matterello sopra gli stampini ed esercitando una leggera pressione. Inforna subito e lascia cuocere per circa 30 minuti, finché le tartellette non saranno leggermente dorate in superficie.

Trovi questa ricetta, insieme a molte altre, nell'ultimo libro di Cucina Mancina "LOW FODMAP"  Edizioni Gribaudo - la Feltrinelli. 
Clicca qui per acquistarlo! 


Tutte le mancinità di questa ricetta
Al momento non sono presenti declinazioni
simona malerba
simona malerba
foodblogger
Architetto di formazione, approdata al mondo del food per una grande passione per la cucina. Mi piace esprimermi attraverso i piatti che preparo, che da vegetariani sono diventati oggi quasi ...vai alla scheda

Questo sito utilizza cookie di profilazione di terze parti.
Leggi l'informativa per saperne di più sui cookie e su come negare il consenso al loro uso. Proseguendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie. Accetto