Pitta di patate con mugnuli e pecorino di Maglie

LOVE
0
Cosa ci metto?
  • 1 k di patate a pasta gialla
  • 1 spicchio d’aglio 
  • 1 peperoncino piccante
  • 500 g di mugnuli
  • 1 fetta di pecorino di Maglie
  • 250 g di ricotta di pecora 
  • 1 uovo grande
  • 50 g di pecorino di Maglie  grattugiato
  • 1 pugno di pangrattato 
  • latte
  • olio
  • sale
 

2h


Come lo cucino?

Lava le patate, mettile in una pentola, coprile di acqua fredda e falle bollire finché saranno morbide. Nel frattempo pulisci i mugnuli. In una padella scalda l’olio con aglio e peperoncino. Aggiungi i mugnuli, il sale e un po’ di acqua e cuoci. Taglia a cubetti il pecorino e aggiungilo ai mugnuli nella ricotta stemperata nel latte. Pela e schiaccia le patate ancora calde. Aggiungi uovo, formaggio grattugiato, sale e impasta il tutto. Ungi una teglia, spolverizzala con pangrattato, stendi sul fondo metà dell’impasto e fai uno strato con il composto di ricotta e mugnuli. Copri con l’altra metà dell’impasto di patate. Per stendere meglio gli impasti bagnati le mani con l’olio. Spolvera la superficie con pangrattato e inforna a 180 °C per 40 minuti fino a doratura.

Note:
Il pecorino di Maglie è riconosciuto come prodotto tradizionale Pugliese. Si produce dal latte di pecora crudo, in caldaie di rame stagnate. Il formaggio di pecora è più digeribile e meno allergizzante di quello di vacca.

 

 


Tutte le mancinità di questa ricetta
Al momento non sono presenti declinazioni
chiara costantino
chiara costantino
redattore
Sono un’archeologa ora impegnata su un progetto per i musei ma la verità è che avrei voluto solo fare l’alberghiero e cucinare. Forse per questo ho la fissa per il cibo e dalla mia prima ...vai alla scheda
Lorenza Dadduzio
Lorenza Dadduzio
foodographer
Piccola piccola. Diresti quasi smiltza. Ma con occhi grandi e mani curiose che scorrono e attraversano la superficie del mondo, desiderose di assaporare e trasformare ogni cosa in bellezza ...vai alla scheda

Questo sito utilizza cookie di profilazione di terze parti.
Leggi l'informativa per saperne di più sui cookie e su come negare il consenso al loro uso. Proseguendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie. Accetto