Erbazzone selvatico

LOVE
0
Cosa ci metto?

Per il ripieno:

  • 150 g di foglie tenere di farinello
  • 70 g di foglie di portulaca
  • 2 patate medie 
  • 1 cipolla 
  • 1 carota 
  • olio di oliva
  • sale
  • pepe
  • spezie (coriandolo, cumino e paprika affumicata, o quello che più ti piace)

Per l’impasto:

  • 400 g di semola di grano duro
  • 110 ml di acqua
  • 110 ml di olio di semi di girasole
  • semi di nigella
  • sale

2h 0m


Come lo cucino?

Fai una fontana con la semola setacciata, aggiungi il sale ed i semi di nigella e, dopo aver miscelato, aggiungi anche i liquidi. Amalgama bene, l’impasto deve risultare morbido ed elastico. Fai una palla e lascia riposare per una mezz’oretta sotto un canovaccio.
Nel frattempo trita la cipolla e grattugia la carota. In una pentola oliata fai imbiondire la cipolla ed aggiungi la carota, regola di sale. Pulisci e lava molto bene il farinello e la portulaca, aggiungile appena pronte a cipolla e carota. Regola di sale se necessario e insaporisci con le spezie (cumino, coriandolo). Lascia cucinare con coperchio, a fuoco basso per 15 minuti, girando di tanto in tanto. Una volta pronte, metti da parte le verdure. Lessa le patate, pelale e fai una purea aggiungendo un pizzico di sale, olio e della paprika affumicata e uniscila e amalgama alle verdure. Lavora l'impasto qualche minuto e dividilo in due, facendo attenzione che una parte sia leggermente più grande dell’altra. Prendi la parte più piccola e stendila finemente con il mattarello. Metti in uno stampo basso da torte, coperto da carta forno, coprendo anche le pareti laterali dello stampo, foralo con una forchetta e versaci il composto alle verdure livellando bene. Stendi la seconda parte di impasto e copri la torta, chiudendo i lembi e tagliando la parte in eccesso. Pratica altri fori con la forchetta ed inforna a forno caldo preriscaldato a 180° C per 35/40 minuti fino a doratura. Appena sfornata, passa con un pennello un po’ di olio, copri con un canovaccio e lascia raffreddare. Gusta da tiepido o freddo.


Tutte le mancinità di questa ricetta
Al momento non sono presenti declinazioni
Angela Carreras
Angela Carreras
foodblogger
Sono una cuoca vegana contadina, innamorata del mio orto e delle piantine spontanee. Sono vegana da 4 anni, passaggio naturale dopo 20 anni di vegeterianesimo. Ho lavorato come fotografa, ...vai alla scheda

Questo sito utilizza cookie di profilazione di terze parti.
Leggi l'informativa per saperne di più sui cookie e su come negare il consenso al loro uso. Proseguendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie. Accetto