Quinoa con fiammiferi di carote al limone, basilico e olive taggiasche

LOVE
0
Cosa ci metto?

- 100 gr di quinoa bianca
- 3 cucchiai di olive taggiasche
- 2 carote
- 1 pizzico di sale marino integrale
- basilico fresco
- scorza grattugiata e succo di un limone non trattato
- olio extravergine di oliva
- shoyu


0g 0h 30m


Come lo cucino?

Oggi vi do questa ricettina facile facile, con la quinoa.
Questo “pseudo-cereale”, ogni volta che scelgo di consumarlo, mi regala una bella soddisfazione.

E’ quasi imbarazzante descrivere il procedimento di questa ricetta, tanto è basilare, ma mi sono accorta che spesso, in cucina, quello che manca sono le idee, più che il saper fare e le capacità. Non è tanto il problema di “mettercisi”, a preparare la cena, ma quello di avere il tempo e le energie di “pensarci”, a cosa portare in tavola. Problema che sente bene, chi ha fatto quel saggio passo in avanti per allontanarsi dalla facile, scontata soluzione di aprire il frigo e tirare fuori affettati e formaggi.

Ecco che un accostamento anche piuttosto banale, carote, olive e limone, abbinato ad un alimento non troppo comune, ma veloce da cuocere, come la quinoa, ci dà una soluzione originale e pratica per una cena poco impegnativa e sana.
Prima di procedere alla cottura della quinoa, bisogna avere l’accortezza di lavarla bene, per eliminare i residui di saponine che rivestono il seme (servono a tenere gli uccelli lontani dalla pianta), che, altrimenti, altererebbero il gusto finale, lasciando la quinoa piuttosto amara.

Sciacqua la quinoa con cura con l’aiuto di un colino, fino a quando l’acqua risulterà limpida.Dopo il risciacquo, poni la quinoa in pentola insieme ad un volume d’acqua doppio rispetto a quello dei semi, aggiungi un pizzico di sale e fai cuocere per assorbimento per circa 15-20 minuti. Con la pentola a pressione il tempo si riduce a 8-10 minuti.A cottura terminata, i semi si saranno gonfiati e avranno assunto un colore traslucido (si può vedere all’interno del seme una sorta di spirale).
Nel frattempo, pulisci le carote e riducile a bastoncini. Scalda un filo d’olio in padella, e quando è caldo aggiungi le carote.
Fai saltare a fiamma vivace per un minuto, poi abbassa il fuoco, aggiungi un goccino – poco, devono rimanere piuttosto al dente – di acqua, copri con il coperchio e lascia cuocere per un paio di minuti.
Scopri, condisci con un cucchiaio di shoyu, ed amalgama bene. A fuoco spento aggiungi il succo e le scorzette di limone.
Trita le olive taggiasche e versa tutto insieme in una ciotola: quinoa, olive e carote, amalgamando bene. Profuma con delle foglie di basilico fresco e un filo di olio a crudo.

Te l’avevo promesso che era facile!

 

Tutte le mancinità di questa ricetta
Al momento non sono presenti declinazioni
Serena Brozzi
Serena Brozzi
foodblogger
La cucina della nonna, con tutto il suo carico di tradizione. I principi della cultura macrobiotica. La creatività delle ricette vegane. Amalgamare bene il tutto, ed aggiungere un pizzico ...vai alla scheda

Questo sito utilizza cookie di profilazione di terze parti.
Leggi l'informativa per saperne di più sui cookie e su come negare il consenso al loro uso. Proseguendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie. Accetto