Pasta con pesto di piselli, fave e basilico

LOVE
2
Cosa ci metto?

- 320 g di pasta di grano duro
- 100 g di piselli freschi sgranati
- 100 g di fave fresche sgranate
- 100 g di ricotta fresca
- 60 g di basilico fresco in foglie
- 50 g di mandorle pelate
- 1 cucchiaio di olio extravergine di oliva
- 1 limone non trattato
- ½ spicchio di aglio piccolo
- sale fino


0g 0h 15m


Come lo cucino?

Porta a bollore abbondante acqua in una pentola per la cottura della pasta.

Nel frattempo sbollenta le fave fresche in acqua salata per 2 minuti fino a rendere la buccia morbida. Scola e passale subito in una ciotola con acqua e ghiaccio in modo da arrestare la cottura; elimina le bucce e metti le fave da parte.

I piselli se sono piccoli e teneri puoi frullarli senza bisogno di cottura. Se invece dovessero essere grandi e un po' coriacei, allora sbollenta ach’essi per un paio di minuti, tuffandoli poi in acqua e ghiaccio per arrestare la cottura e conservarne il colore brillante.

Monda, risciacqua e asciuga bene le foglie di basilico.

Nel bicchiere di un frullatore ad immersione unisci i piselli, le fave sbucciate, la ricotta, le foglie di basilico, la buccia grattugiata del limone e un paio di gocce di succo, l'aglio privato del germe interno, le mandorle e l'olio di oliva. Frulla fino ad amalgamare bene gli ingredienti. Alla fine aggiungi il cucchiaio di parmigiano, mescola e se necessario regola di sale.

Cuoci la pasta in abbondante acqua salata seguendo i tempi di cottura indicati sulla confezione. Quando la pasta sarà cotta, scolala tenendo da parte un po' di acqua di cottura e condisci generosamente con il pesto. Se necessario aggiungi poca acqua di cottura per rendere il condimento più fluido.

 

Tutte le mancinità di questa ricetta
Al momento non sono presenti declinazioni
Eleonora e Serena Corvasce
Eleonora e Serena Corvasce
foodblogger
Due sorelle barlettane, pugliesi doc., food blogger, food writer e chef amatoriali. Molto curiose, sempre in fermento, dedichiamo tutto il tempo libero ad imparare tecniche, a sperimentare nuovi ...vai alla scheda

Questo sito utilizza cookie di profilazione di terze parti.
Leggi l'informativa per saperne di più sui cookie e su come negare il consenso al loro uso. Proseguendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie. Accetto