Bere acqua: perche' e' fondamentale e come fare se pensate sia difficile
Mantenere l'idratazione e' fondamentale ma puo' essere una vera e propria sfida. Ecco i motivi della sua importanza e alcuni utili consigli
LOVE
0
Bere acqua: perche' e' fondamentale e come fare se pensate sia difficile
Bere acqua: perche' e' fondamentale e come fare se pensate sia difficile
Pubblicato da Michela Cicuttin il 21/02/2018

Cari amici mancini,
oggi vi parlerò di un argomento molto importante per la vostra salute che viene spesso sottovalutato: l’idratazione.

Bere una giusta quantità di acqua durante la giornata è fondamentale, non solo per stare bene ma proprio per mantenerci in vita!
L’acqua, infatti, rappresenta ben il 60% del nostro peso corporeo (siamo praticamente fatti di acqua) e proprio per questo motivo è essenziale per la vita di ogni cellula del nostro corpo.

Possiamo stare digiuni anche fino a 40 giorni senza morire (ma con seri problemi ovviamente per la salute) ma non più di 2 o 3 giorni senza bere. Purtroppo però le persone sottovalutano il problema della disidratazione e bevono molto meno del necessario. Un corpo disidratato incorre in diverse problematiche, a volte anche non visibili, che possono andare dalle palpitazioni e secchezza della pelle, fino a una grave insufficienza renale. Molti studi sostengono che l’insorgere di molte malattie croniche sia correlato proprio alla disidratazione.

La cosa grave è che spesso beviamo solo quando iniziamo a sentire lo stimolo della sete: è importante sapere che la sete è avvertita dal corpo solo quando è ormai tardi, ossia circa 45 minuti dopo che il livello dell’acqua è diventato troppo basso.

Briciole di Consapevolezza di Michela Cicuttin - L'importanza di bere acqua 1

L’acqua è fondamentale per tanti motivi. Vediamone alcuni!

I principali motivi per cui bisognerebbe bere tanta acqua

1. Aiuta il cuore
Quando si è disidratati il volume del sangue si abbassa tanto che il cuore deve fare più fatica per pompare il sangue e ossigenare le cellule. Così facendo anche le attività semplici e quotidiane, come salire le scale, diventeranno più faticose. Bere tanto vi permetterà di avere molta più energia durante la giornata.

2. È un “detox” naturale
Quando si è disidratati i reni funzionano poco e questo causa l’accumulo di tossine nel vostro corpo. Niente di meglio dell’acqua per eliminarle. Mantenersi idratati aiuta anche a prevenire le fastidiose infezioni del tratto urinario e i calcoli renali.

3. Fa dimagrire
Bere molto aiuta a farvi sentire più sazi (e quindi mangiare meno) perché l’acqua riempie lo stomaco a costo calorico pari a zero! Inoltre renderà il vostro metabolismo più veloce in quanto attiva la termogenesi: i meccanismi metabolici di produzione di calore, con conseguente dispendio energetico e consumo di calorie.

4. È fondamentale per l’intestino
Molti miei pazienti si lamentano di stitichezza cronica e mi chiedono se possono prendere erbe o lassativi. I lassativi però fanno male alla salute dell’intestino perché lo irritano e, nel tempo, danno assuefazione. Bevendo molta acqua si facilita il transito intestinale senza assumere altre sostanze che potrebbero avere controindicazioni.

5. Previene il mal di testa
Non tutti sanno che la disidratazione è una delle cause più comuni del mal di testa. A volte, invece di assumere un farmaco, basterebbe bere un po’ di più.

Briciole di Consapevolezza di Michela Cicuttin - L'importanza di bere acqua 2

6. Migliora le attività cerebrali
Una ricerca inglese ha dimostrato che gli studenti del college che bevevano acqua durante l’esame ricevevano voti più alti rispetto a quelli che non lo facevano. Ciò ha permesso agli scienziati di ipotizzare che l’acqua possa migliorare l’attività cerebrale degli studenti o comunque aiutarli a diminuire gli stati di ansia e agitazione e a rimanere più calmi (tutti parametri che ottimizzano la prestazione). Sarebbe una buona idea, quindi, permettere ai bambini di portare una bottiglietta di acqua a scuola: potendo bere durante le lezioni, manterrebbero una concentrazione maggiore ottenendo così risultati migliori. Lo stesso discorso vale anche per gli adulti.

L’ideale sarebbe bere almeno un litro e mezzo di acqua al giorno nei periodi più freddi, quando il corpo ne ha meno bisogno. Nei periodi caldi però, quando si suda, si può arrivare anche a 3 litri.

Visto che so che molti di voi fanno fatica a bere, ecco alcuni piccoli consigli che vi possono aiutare a sviluppare questa nuova sana abitudine.

4 consigli per chi fa fatica a bere acqua

1. Usate una promemoria
Se il vostro problema è che ve ne dimenticate, potete usare un sistema per ricordarvelo. Esistono molte applicazioni da scaricare nel telefono: voi impostate ogni quanto ricordarvelo e lei suona. L’ideale è bere un bicchiere di acqua all’ora. Il nostro stomaco riesce ad assorbire poca acqua alla volta e se ne assumiamo troppo tutta assieme (cosa che succede quando si arriva ad avere tanta sete) l’acqua non viene assorbita e causa pesantezza e mal di stomaco. Questo è il motivo per cui talvolta potreste trovare l’acqua pesante.

2. Insaporitela
Se proprio l’acqua non vi piace, si può trovare una soluzione. Ovviamente l’acqua non può essere sostituita con nessun tipo di bevanda zuccherata (tè in bottiglia, succhi di frutta o bibite gasate) però può essere insaporita con qualcosa di poco calorico, come qualche goccia di limone.

Briciole di Consapevolezza di Michela Cicuttin - L'importanza di bere acqua 3

3. Usate bottiglie piccole
A volte il bottiglione da un litro e mezzo può spaventare perché sembra non terminare mai. Preparatevi 3 bottigliette da mezzo litro e vi accorgerete che le terminerete molto prima. Decidere di terminare la bottiglietta quando dentro c’è poca acqua è molto più facile.

4. Scaldatela
Soprattutto in questo periodo invernale bere può risultare fastidioso perché il corpo ha freddo e introdurre un liquido non caldo può essere difficile. Potete, quindi, tranquillamente sostituire l’acqua con dei tè o delle tisane calde oppure scaldare un pochino l’acqua e berla tiepida. Vedrete che scenderà più facilmente.

Vi saluto con questa ricetta: la vellutata di topinambur, mandorle e rosmarino di Francesca Maria Battilana, food blogger mancina e autrice del blog Breakfast at Tiffany's.

Vellutata di Topinambur, mandorle e rosmarino di Francesca Maria Battilana

A presto,

Michela
 


Michela Cicuttin
Michela Cicuttin
Laureata in Biologia Molecolare, lavora da diversi anni come Biologa Nutrizionista. Dopo aver frequentato corsi di Counseling Nutrizionale, diventa Mindful Eating Coach con l'obiettivo di ...vai alla scheda

Questo sito utilizza cookie di profilazione di terze parti.
Leggi l'informativa per saperne di più sui cookie e su come negare il consenso al loro uso. Proseguendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie. Accetto