Allergeni nei menu' di ristoranti e bar: come trovarli
Quante volte ci siamo trovati in difficolta' a cena fuori? Qui qualche consiglio utile per chi soffre di intolleranze alimentari
LOVE
0
Allergeni nei menu' di ristoranti e bar: come trovarli
Allergeni nei menu' di ristoranti e bar: come trovarli
Pubblicato da Elio Enrico Palumbieri il 21/11/2017

In Italia vi sono circa 8 milioni di allergici. In questo articolo vedremo come e dove è possibile trovare, all’interno di un ristorante o di un bar, informazioni circa i prodotti che causano allergie o intolleranze.

Come abbiamo avuto modo di vedere in questo articolo, il regolamento 1169/2011 prevede le disposizioni inerenti alla fornitura di informazioni sugli alimenti ai consumatori. La norma in questione riguarda tre aspetti fondamentali: la presentazione e la pubblicità degli alimenti, l’indicazione dei principi nutritivi e l’informazione sulla presenza di ingredienti che possono provocare allergie. Per quanto qui rilevante, è importante evidenziare che dalla lettura degli articoli:

  • Art. 9 - Elenco delle indicazioni obbligatorie;
  • Art. 21 - Etichettatura di alcune sostanze o prodotti che provocano allergie o intolleranze;
  • Art. 44 - Disposizioni nazionali per gli alimenti non preimballati;
  • Allegato II - Sostanze e prodotti che provocano allergie.

emerge l’obbligo di indicare la presenza dei cosiddetti allergeni negli alimenti, anche nel caso in cui questi siano somministrati in ristoranti o bar.

Diritto di Gusto di Elio Palumbieri - Allergeni

In particolare, si definiscono allergeni quegli ingredienti o sostanze che, se ingeriti, possono determinare allergie e/o intolleranze nei consumatori.

Il regolamento, quindi, si preoccupa di indicare tassativamente questi alimenti. In particolare, vengono menzionati:

  1. Cereali contenenti glutine, cioè: grano, segale, orzo, avena, farro, kamut o i loro ceppi ibridati e prodotti derivati;
  2. Crostacei e prodotti a base di crostacei;
  3. Uova e prodotti a base di uova;
  4. Pesce e prodotti a base di pesce:
  5. Soia e prodotti a base di soia;
  6. Latte e prodotti a base di latte (incluso lattosio);
  7. Frutta a guscio, vale a dire: mandorle, nocciole, noci, pistacchi e i loro prodotti;
  8. Sedano e prodotti a base di sedano;
  9. Senape e prodotti a base di senape;
  10. Semi di sesamo e prodotti a base di semi di sesamo;
  11. Anidride solforosa e solfiti;
  12. Lupini e prodotti a base di lupini;
  13. Molluschi e prodotti a base di molluschi.

Diritto di Gusto di Elio Palumbieri - Allergeni

Come trovarli in bar e ristoranti? In primo luogo è necessaria una precisazione: il regolamento non richiede la redazione di una lista completa degli ingredienti ma solo degli allergeni.
In particolare, non vi sono delle regole specifiche circa le modalità con le quali l’esercente è tenuto a informare il consumatore della presenza di tali alimenti. Le alternative, infatti, possono essere diverse: c’è chi propende per l’indicazione di tali alimenti direttamente sul menù, chi dispone di un foglio illustrativo apposito e chi, invece, preferisce avere all’interno dello staff un addetto specializzato sugli allergeni.

Diritto di Gusto di Elio Palumbieri - Allergeni

Nei primi due casi l’informazione deve essere sempre disponibile, facilmente accessibile e scritta in caratteri ben leggibili. Nel terzo, invece, l’operatore alimentare dovrà apporre una segnaletica in grado di indirizzare il consumatore alla persona incaricata di fornire tali informazione a voce.
Infine è importante sottolineare che non vi è obbligo di indicare la presenza degli allergeni nei casi in cui la denominazione dell’alimento faccia chiaro riferimento alla sostanza o al prodotto in questione.

Diritto di Gusto di Elio Palumbieri - Allergeni

Ciò che è rilevante, quindi, è sapere che l’elenco di questi alimenti deve sempre essere a disposizione del cliente. Nel caso in cui, quindi, non siano facilmente reperibili è sempre opportuno chiedere maggiori informazioni.
 


Elio Enrico Palumbieri
Elio Enrico Palumbieri
redattore
Laureato in diritto comparato europeo e transnazionale presso l'Università di Trento e specializzato in diritto diritto agroalimentare e diritto dell'innovazione. Presidente dell'associazione ...vai alla scheda

Questo sito utilizza cookie di profilazione di terze parti.
Leggi l'informativa per saperne di più sui cookie e su come negare il consenso al loro uso. Proseguendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie. Accetto