Novembre, nostalgia felice
Tour nella Val di Taro alla scoperta dei colori d'autunno
LOVE
0
Novembre, nostalgia felice
Novembre, nostalgia felice
Pubblicato da Giulia Siena il 03/11/2016

A sorpresa arrivano giornate limpide e di sole. Mattinate luminose e sole caldo, mentre aspetti solo di abituarti all'idea di una città buia e piovosa. Queste mattine sono piacevoli regali che apprezzi sempre più. Le apprezzi soprattutto quando novembre arriva, cambia orari e luci e ti avvolge nella sua nostalgia felice.
Il sole ti rende felice e decidi che questo autunno avrà i colori caldi delle valli sconosciute e affascinanti di quel luogo che ti ospita.

Che ne dici se domani andiamo un po' in giro per i monti qui attorno?

Ci sono monti anche qui? – ride sornione Luca mentre chiacchieriamo sul mio divano – pensavo ci fosse solo tanta pianura!”

La pianura c'è, e si sente tutta, ma c'è anche una natura che ci chiama, fatta di monti e valli, boschi e colori! Se poi c'è il sole – continuo cercando di convincere il mio Vegano sul divano – apprezzerai anche tu, come me, questo territorio in autunno”.

Quello che voglio fare è raggiungere la Val di Taro, cuore dell'Appennino Parmense, valle silenziosa e florida tra la Liguria e la Toscana. Voglio osservare il fiume che silente scorre tra la folta vegetazione, mentre l'autunno regala magia, con frutti e atmosfere irreali. Voglio camminare tra le querce, i castagni, i faggi e le felci, mentre lo sguardo si perde verso i monti Molinatico e Gottero. 

Allora ci metteremo in viaggio! Sarà l'occasione buona per comprare e assaporare i funghi, è la stagione ideale! Ma lo sai, - mi dice Luca che subito pensa a cosa mettere in tavola – che i funghi sono ottimi alleati per noi vegani? A proposito... devi pensare, poi, a una nuova ricetta!”

Certo, certo... una cosa alla volta! Domani partiamo per Borgo Val di Taro e da lì cominceremo la nostra esplorazione a contatto con la natura. Poi torneremo ai fornelli con il nostro bottino!

Sorridiamo mentre la voce possente di Renata Tebaldi intona l'Aida. Anche la musica si prepara a viaggiare con noi.

Io penso già che i funghi porcini della Val di Taro saranno protagonisti dei miei Bicchieri d'autunno


Giulia Siena
Giulia Siena
redattore
Pugliese di San Giovanni Rotondo - dove ogni tanto fuggo per attingere energia dalla terra e dai colori - mi trasferisco a Roma e dopo dieci anni, una laurea in lettere, un lavoro nel settore degli ...vai alla scheda

Questo sito utilizza cookie di profilazione di terze parti.
Leggi l'informativa per saperne di più sui cookie e su come negare il consenso al loro uso. Proseguendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie. Accetto