Tecnologia VS Cucina
Dis-avventure di una giornata di fine primavera
LOVE
0
Tecnologia VS Cucina
Tecnologia VS Cucina
Pubblicato da Giulia Siena il 17/06/2016

La tecnologia ti rende invincibile. Pensi.

Ti permette di essere ovunque, in tempo reale, a leggere notizie, scrivere post, aggiornare social, curiosare tra immagini, lavorare, aspettare, e tornare a lavorare.

La tecnologia ti rende invincibile. Quando funziona.

Quando accendi il pc e questo non parte, rimane inerme e buio al cospetto dei tuoi occhi ansimanti e preoccupati, non può che essere solamente l'inizio di una nuova settimana. Allora ti chiedi come poter recuperare tutto quello che vorresti, ovvero anni e anni di vita, oltre che di lavoro. Te lo chiedi mica così tranquillamente, no, te lo chiedi farneticando mille cose e mille pensieri.

Quando il pc non si accende e hai delle scadenze, oltre a farneticare, devi fare qualcosa.
Io ho pensato bene – dopo aver lanciato l'allarme – di dedicarmi alla cena di questa sera poiché arrivano gli amici. Così come a tavola, anche di fronte al lavoro dovrei imparare a fronteggiare gli imprevisti, le differenze, le esclusioni, eppure non sono mai pronta. Arriva sempre tutto all'improvviso e io mi lascio sorprendere come una liceale qualsiasi. Per questo, dopo aver meditato sul latte versato, ho allacciato il grembiule e sono andata in cucina. Se la tecnologia mi ferma, gli ingredienti non possono tradirmi. Mi affiderò, come al solito, alla natura e ai prodotti di stagione.

Ho una cena, una di quelle di mezza stagione, per stare insieme e tirare le somme di questo periodo di fine primavera prima dell'arrivo della tanto e sospirata estate 2016. Ci metteremo a tavola in tanti, ognuno con il suo bagaglio di gusti e problemi, domande e titubanze. Scelgo, allora, di puntare tutto sugli spinaci freschi e siccome, oltre ad essere una cena vegan pensata per il mio Vegano sul divano, dovrà essere anche priva di glutine per Marina e Massimo, decido di preparare un “risotto scomposto” con riso venere integrale. Mi affido ai vecchi dischi e lascio che America di Gianna Nannini mi porti lontano dalle incombenze quotidiane e mi ispiri per questa cena di comunione di differenze.

Photo Credits: Javierosh


Giulia Siena
Giulia Siena
redattore
Pugliese di San Giovanni Rotondo - dove ogni tanto fuggo per attingere energia dalla terra e dai colori - mi trasferisco a Roma e dopo dieci anni, una laurea in lettere, un lavoro nel settore degli ...vai alla scheda

Questo sito utilizza cookie di profilazione di terze parti.
Leggi l'informativa per saperne di più sui cookie e su come negare il consenso al loro uso. Proseguendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie. Accetto