I SOSTITUTIVI DELLE PROTEINE ANIMALI
LOVE
0
I SOSTITUTIVI DELLE PROTEINE ANIMALI
I SOSTITUTIVI DELLE PROTEINE ANIMALI
Pubblicato da Mara di Noia il 06/03/2015

Quando si cambia modo di mangiare in genere ci si preoccupa - anche a causa delle domande di chi ci circonda - che non ci manchi nulla, e soprattutto che non ci manchino le famose proteine.

Le proteine non sono molecole raresi trovano in tutti gli alimenti e sono presenti in tutti gli alimenti di origine vegetale. Gli alimenti di origine animale contengono anche una certa percentuale di grassi, se non sono scelti con attenzione. Scegliamo quindi un’alimentazione vegetale per motivi di salute, etici e ambientali e staremo benissimo!

Affidiamoci con serenita’ al cibo vegetale: non ci manchera’ nulla. Chi ci metterà, invece, più tempo ad abituarsi, sarà la nostra mente: soprattutto all’inizio, essa ricercherà cibi dalla forma o dal nome (carne vegetale, formaggio vegetale ) che ricordano questo o quell’alimento che abbiamo mangiato da piccoli e a cui eravamo abituati. Con il tempo, comunque, questa fase passerà. Possiamo dunque approfittare per scoprire alimenti dalle caratteristiche nutrizionali eccezionali e ricette che non ci faranno rimpiangere nulla, sane e gustose.

Vediamo insieme alcuni alimenti vegetali ricchi di proteine. 

Il seitan è un alimento davvero interessante, dall'origine incerta: sembra che sia stato inventato da monaci buddisti, che seguivano una dieta vegetariana.

La preparazione del seitan fatto in casa e’ un momento davvero magico: per me lo è stato, e tutte le volte che lo faccio è così! E’ un prodotto a base di frumentopossiamo usarlo al posto della carne, in tutti i modi in cui la usavamo: tritato in un ragu’, saltato, impanato, al cartoccio... 

L’unico rischio? Farsi prendere la mano! E' successo a tutti all’inizio: la nostra mente infatti ricerca piatti che ci ricordano ciò che abbiamo mangiato per tanti anni, ma come detto, questa fase poi passa, perchè ci sono davvero cosi tante cose che ci si dimentica di quello che abbiamo mangiato per una vita!

Non c’è nulla di male, dunque, ma mangiare seitan tutti i giorni o tre volte alla settimana non fa bene alla nostra salute, perchè è glutine puro; dobbiamo quindi essere consapevoli di questo, e regolarci di conseguenza. Il glutine, infatti, è una proteina molto collosa e appiccicosa (basti pensare che l’industria se ne serve per attaccare le etichette alle bottiglie!). Quello che fa nel nostro organismo è questo: appiccica i nostri villi intestinali, per non parlare di chi è intollerante al glutine!

Quindi: consumiamo il seitan come piu’ ci piace, ma una volta alla settimana.

Il tofu è un alimento prodotto partendo dai fagioli di soia gialla o dal latte di soia. 
E’ stato inventato dai monaci buddhisti, ed è un prodotto straordinario, sia per le sue proprietà che per i possibili utilizzi in cucina...tantissimi! Pietro Leeman, il nostro chef stellato, dice che il tofu è talmente bello da usare in cucina che vorrebbe averlo inventato lui!

 Al latte di soia bollente viene aggiunta una sostanza in grado di farlo cagliare, solitamente il nigari, ma si puo’ usare anche il succo di limone quando si vuole farlo in casa.



La procedura con cui si ottiene il tofu e’ simile a quella da cui si ottiene il formaggio, per questo motivo e anche per come si presenta, viene a volte chiamato formaggio di soia. In realtà sono alimenti molto diversi! Il tofu è un alimento molto proteico, e contiene tutti gli aminoacidi essenziali. E' molto ricco di calcio e di ferro, e contiene i grassi "buoni" omega 3 e omega 6.

Il tofu è un alimento molto adatto all’alimentazione di chi deve ridurre i grassi nella dieta, soprattutto il colesterolo, e per chi ha problemi cardiovascolari, percheè -visto che il colesterolo è presente soltanto nel regno animale -  il regno vegetale ne è totalmente privo. E' un alimento forte e ricco: perfetto per chi è debole, convalescente o anziano.

A differenza di altri cibi con alto contenuto in proteine è un alimento molto digeribile, ed è ricco di vitamine del gruppo B.

Il tofu è molto utile in cucina. Quando lo nomino, spesso mi sento dire “Ma il tofu non sa di niente!”...in effetti è vero! Il segreto è cucinarlo bene. La sua mancanza di sapore caratteristico (è "insipido!), addirittura, è un vantaggio! Il tofu infatti prenderà il sapore che vogliamo dargli volta per volta, ricetta per ricetta, sia dolce che salata.

Il tofu è un alimento crudo, oltretutto prodotto a partire da un legume. E’ dunque bene cuocerlo prima di utilizzarlo. In commercio troverete molti tipi di tofu aromatizzati in vari modi, la scelta è personale e dipende dal vostro gusto.



Il tempeh, infine, e’ un’altra invenzione orientale, che si presta a tantissime ricette, tutte molto buone e gustose.

Photo credits
PaPisc
Nora Kuby

Jonathan McIntosh
Trey RatCliff

 


Mara di Noia
Mara di Noia
foodblogger
Il mio percorso vegan inizia con un'asma importante e l' incontro con un medico che mi tolse latte e derivati.  Io chiesi: per quanto tempo ?  E lui: per sempre!  Ci ...vai alla scheda

Questo sito utilizza cookie di profilazione di terze parti.
Leggi l'informativa per saperne di più sui cookie e su come negare il consenso al loro uso. Proseguendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie. Accetto