ALLERGIA AL NICHEL E DIETA
LOVE
0
ALLERGIA AL NICHEL E DIETA
ALLERGIA AL NICHEL E DIETA
Pubblicato da Elvira Greco il 18/11/2014

Allergia al nichel: quali cibi ne sono più ricchi?

Quella che viene comunemente chiamata allergia al nichel, si definisce tecnicamente Sindrome da Allergia Sistemica al Nichel (SNAS). I sintomi possono essere più o meno accentuati, a seconda della sensibilità al metallo e consistono in dermatite, arrossamenti e prurito cutaneo, afte, senso di stanchezza e di nausea, mal di testa. La diagnosi viene effettuata attraverso il patch test (ovvero l’applicazione di un cerotto contenente nichel per 48-72 ore) e il test di provocazione che riproduce l’esposizione naturale.

Il nichel è un metallo particolarmente diffuso presente nel suolo, nei tessuti animali e vegetali, nell'acqua. Di conseguenza, anche molti alimenti lo contengono, in maniera più o meno importante, per cui le indicazioni dietetiche tendono a considerare piuttosto la possibilità di evitare un sovraccarico.
Per esempio, conoscendo quali sono gli alimenti più ricchi di nichel, sarebbe opportuno evitare una loro combinazione nello stesso pasto oppure nella giornata, in modo da limitarne l'assunzione.
Tra gli alimenti che contengono più nichel troviamo: farine integrali, grano saraceno, crusca e loro derivati, cacao, formaggi fusi, ostriche, asparagi, pomodori, lenticchie, kiwi, cavoli, broccoli, te verde, margarina; evitare, inoltre tutti i cibi in scatola di latta e utilizzare per la cottura e la conservazione solo stoviglie e pentole certificate prive di nichel.

Tuttavia, le indicazioni alimentari sulla dieta povera di nichel possono essere a volte discordanti, cosi come sembra complesso anche valutare l'apporto giornaliero di nichel con l'alimentazione. Infatti, il contenuto in nichel negli alimenti ritenuti ricchi di questo metallo può variare anche considerevolmente a seconda della stagione, della zona geografica, della piovosità, del terreno in cui è cresciuto l'alimento.

Il consiglio è quello di individuare la soglia di tollerabilità oltre la quale non ci dovrebbe spingere, e di conseguenza gli alimenti e le combinazioni che non provochino l'insorgenza dei sintomi dell'allergia.

Per approfondire:
Pizzutelli S. "Systemic nickel hypersensitivity and diet: myth or reality?", Eur Ann Allergy Clin Immunol, 2011 Feb; 43(1):5-18

Photo credits: Marco40134

 


Elvira Greco
Elvira Greco
foodblogger
Nutrizionista per mestiere e praticante della sana alimentazione nella vita. Cerca di comunicare la cultura del buon cibo e del piacere di mangiare … per restare in salute! Assaggia un ...vai alla scheda

Questo sito utilizza cookie di profilazione di terze parti.
Leggi l'informativa per saperne di più sui cookie e su come negare il consenso al loro uso. Proseguendo nella navigazione, acconsenti all'uso dei cookie. Accetto